HOTEL, VIAGGI

Reinventare l’hotel di lusso: è l’obiettivo che l’industria alberghiera si pone per poter affrontare con le armi migliori il futuro, individuando le tendenze, analizzando l’evoluzione del mercato e anticipando le richieste della domanda up-level.

Sono questi i temi cardine del General Meeting dell’EHMA (European Hotel Managers Association), in programma a Milano dal 25 al 28 aprile prossimo, con l’Hotel Principe di Savoia e il Westin Palace Hotel quali sedi principali dei lavori.

Il capoluogo lombardo ospiterà per la prima volta i direttori d’albergo provenienti da tutta Europa che si riuniscono non soltanto per l’assemblea annuale, ma anche per celebrare il 40° anniversario dell’associazione.

La riflessione sul futuro dell’hotellerie di lusso comincerà con una panoramica generale degli attuali trend di consumo, con una serie di esempi tratti non solo dal mondo dei viaggi, ma anche da quello del retail e della tecnologia per capire come le tendenze emergenti influiscano sull’ospitalità di lusso. A seguire sarà trattato il tema dell’impatto di marketing digitale, social media e mobile sul mercato dell’hôtellerie up-level globale, per concludere la giornata con una serie di riflessioni sulle migliori strategie per cavalcare il cambiamento, ispirare i propri collaboratori e convincere i propri ospiti a scegliere il proprio hotel rispetto a quello dei competitor.

Il secondo momento formativo, l‘Educational Day, sarà un’occasione di confronto su best practice e soluzioni creative nel mondo dell’hôtellerie del lusso, con i contributi di personalità del mondo alberghiero quali Christopher Cowdray, CEO di Dorchester Collection, Kent Nyström, presidente della Hotrec (l’associazione europea degli hotel, dei ristoranti e dei caffè), e Michael Sturman, docente dell’americana Cornell School of Hotel Administration. Infine, l’appuntamento con il vero e proprio General Meeting, durante il quale verrà eletto il nuovo presidente EHMA per il triennio 2013-2015.

Nel quadro dell’evento è inoltre prevista la seconda edizione del Sustainability Award by Diversey, che EHMA organizza in collaborazione con lo sponsor Diversey. Una gara tra progetti in grado di trasformare l’idea di sostenibilità con un approccio creativo, capace di coniugare l’ecocompatibilità con i bilanci d’esercizio, con le questioni relative alla sicurezza, alla gestione dei rischi e alla corporate responsibility.

“L’idea di questo riconoscimento” spiega il tesoriere EHMA e managing director dell’Hotel Quirinale di Roma, Johanna Fragano “è sottolineare come il tema green non sia unicamente una questione di ordine etico, ma anche un’occasione per razionalizzare i costi e migliorare le performance economiche della propria struttura. Siamo convinti che la sostenibilità può rappresentare il futuro di un settore come il turismo, legato alla preservazione e al rispetto del territorio in cui si svolge l’attività”. (fonte)

SEGUICI SU FACEBOOK:

Commenta

commenti